Dossier Legambiente: tutti in Classe A. Ma dalle etichette bisogna passare ai fatti

legambiente_tutti-in-classe-aLa recente pubblicazione del Dossier di Legambiente “Tutti in classe A”, disponibile sul sito di Legambiente (http://www.legambiente.it/contenuti/dossier/tutti-classe-A) permette di prendere coscienza dello stato dell’edilizia residenziale italiana oggi.

L’indagine traccia una radiografia rappresentativa del panorama edilizio nazionale, sia relativo a edifici più datati, sia a edifici di nuova realizzazione, in apparenza con elevati standard energetici.
L’indagine evidenzia il problema, ben noto ai tecnici, della disomogeneità delle procedure di valutazione energetica sul territorio nazionale, tuttora irrisolta nonostante i numerosi interventi normativi che si sono succeduti nel tempo, non ultima la Legge 90/2013.
Se da un lato è fin troppo ovvio notare come gli edifici più vecchi siano dispendiosi in termini energetici, spiace constatare che anche quelli nuovi, per quanto realizzati pubblicizzando con grande enfasi standard di bio-edilizia o bassi consumi energetici, siano di fatto solo di poco migliori, a causa dell’assenza di tutti quegli accorgimenti (progettuali e di scelta dei materiali e delle tecnologie) che permettono davvero di ottenere delle prestazioni “di classe A”.
Forse più ancora che di ulteriori incentivi, che invece la posizione di Legambiente invoca, c’è bisogno di una cultura reale e condivisa della corretta progettazione e del migliore utilizzo degli strumenti tecnici e normativi già esistenti.
Sicuramente è urgente intervenire in modo concreto sulla ristrutturazione dell’esistente, vero “campo di battaglia” per una reale messa in efficienza del patrimonio edilizio italiano.

Leggi tutto “Dossier Legambiente: tutti in Classe A. Ma dalle etichette bisogna passare ai fatti”

Rinnovabile non è solo solare!

Quando si parla di energie rinnovabili, tanto forte è stato negli ultimi anni il condizionamento mediatico, che questo concetto viene immediatamente associato ai pannelli solari, termici o fotovoltaici che siano.

Tuttavia è assolutamente necessario ricordare che questi oltre che a costituire solo una parte delle energie rinnovabili nel loro complesso, questa parte non è affatto quella preponderante, almeno come “peso” energetico.

Va ricordato infatti che, alla luce della Direttiva 2009/28/CE (Direttiva “RES”) e delle Leggi 96/2010 (conversione della Direttiva 28/2009) e DL 28/2011 (“Decreto rinnovabili”), sono classificate come energie rinnovabili l’energia eolica, solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e oceanica, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas.

Leggi tutto “Rinnovabile non è solo solare!”

Tramonta l’era degli incentivi fuori di… mercato

Tramonta l’era degli incentivi fuori di... mercatoDecreto attuativo sul fotovoltaico – Tramonta l’era degli incentivi fuori di …  mercato

È stato pubblicato sulla Gazzetta Italiana n. 109 del 12 maggio il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 5 maggio 2011 che regolamenta il quadro incentivante per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con particolare riferimento alla fonte solare fotovoltaica (il cosiddetto “quarto conto energia”).

Numerosissime le persone che si sono stracciate le vesti, con grande clamore di piazza, fin dalla pubblicazione del DL 28 del 03/03/2011, tacciato a torto del soprannome di “ammazzarinnovabili”. Ma la realtà ovviamente è diversa.

Leggi tutto “Tramonta l’era degli incentivi fuori di… mercato”

Piano casa e pompa di calore

Piano Casa e pompe di calore ad assorbimentoPiano casa e pompa di calore: non solo più valore ma anche più volume alla nostra casa!

Sappiamo che il Piano Casa è un complesso di norme che ha l’obiettivo di rilanciare l’edilizia, uno dei principali motori del tessuto economico italiano. La manovra si prefigge lo scopo di autorizzare ampliamenti o ricostruzioni in deroga ai Piani Regolatori locali, purché i lavori siano conformi alle indicazioni normative appositamente emanate dalle Regioni (se non ai Comuni).
Normalmente questa possibilità è limitata a un aumento del 20% del volume (per edifici ad uso abitativo) o della superficie (per edifici ad uso non abitativo), con vincoli aggiuntivi di tipo paesaggistico, architettonico e storico.

Leggi tutto “Piano casa e pompa di calore”

Gli eco-incentivi come strumento di agevolazione alla diffusione delle pompe di calore

Gli ecoincentivi diffondono le pompe di caloreE’ ormai noto e consolidato che la tecnologia delle pompe di calore, grazie alla loro capacità di utilizzare energia rinnovabile in varie forme (geotermica, idrotermica, aerotermica), è uno dei sistemi più efficienti per rispondere all’enorme richiesta di energia termica per il riscaldamento.

In Europa diversi Paesi si sono da anni votati alla tecnologia delle pompe di calore, che contribuiscono in modo sostanziale alla riduzione dei consumi energetici e al contenimento delle emissioni inquinanti.

Leggi tutto “Gli eco-incentivi come strumento di agevolazione alla diffusione delle pompe di calore”