Energia rinnovabile: raddoppiare lo sfruttamento senza raddoppiare i costi

Abbiamo avuto modo di vedere, nell’articolo “Energia rinnovabile autosostenibile” e nell’articolo “Acqua calda sanitaria: non solo sole!”, come sia possibile abbinare con successo tecnologie differenti in modo da sfruttare al meglio le fonti rinnovabili di energia che, lo ricordiamo, per la legge italiana (Legge 96/10 del 4 giugno 2010) ed europea (Direttiva “RES” 2009/28/CE), comprendono l’energia eolica, solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e oceanica, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas.

Ormai sono numerose le Regioni italiane che hanno reso obbligatoria la copertura di una quota di fabbisogno energetico attraverso fonti rinnovabili di energia. Una buona parte fa riferimento alla produzione della sola acqua calda sanitaria, ma alcune regioni più lungimiranti hanno esteso la valutazione di questo risparmio anche al servizio di riscaldamento, che energeticamente costituisce, come è ovvio, la massima parte del consumo energetico invernale di un edificio (a livello europeo è stato calcolato che solo il 9% del consumo energetico complessivo annuale è dovuto alla produzione di acqua calda sanitaria).

Leggi tutto “Energia rinnovabile: raddoppiare lo sfruttamento senza raddoppiare i costi”

Fonti fossili e rinnovabili: diamo una prospettiva realistica

Fonti fossili e rinnovabiliTra gli eventi di Bergamoscienza 2010, evento culturale che annualmente viene proposto nella città di Bergamo, e che vede la partecipazione di importantissimi scienziati nelle più varie discipline (compresi diversi premi Nobel), ho avuto il piacere di assistere alla relazione dell’Ing. Umberto Vergine, Senior Executive Vice President della divisione ricerca di ENI Spa, che aveva come tema “Energia e sostenibilità: un matrimonio possibile”.

Già, perché cosa possiamo definire veramente sostenibile?

Leggi tutto “Fonti fossili e rinnovabili: diamo una prospettiva realistica”

Energia rinnovabile autosostenibile

Energia rinnovabile autosostenibile per le GAHP ROBUREnergia rinnovabile autosostenibile = pannello solare? O c’è dell’altro?

Pensando alla sostenibilità dell’energia rinnovabile, il primo esempio che a tutti viene in mente è il pannello solare, termico o fotovoltaico. Ma è vero che questo tipo di sfruttamento dell’energia rinnovabile è davvero autosostenibile?

Parlando di sostenibilità, oltre all’ovvio aspetto della difesa ambientale, mi sembra necessario pensare anche al comfort che si assicura alle utenze.

Cosa voglio dire?

Leggi tutto “Energia rinnovabile autosostenibile”

Riqualificazione energetica

ROBUR riqualifica energeticamente gli immobiliE’ vero che i principali sistemi di certificazione energetica privilegiano il grado di isolamento degli edifici rispetto all’efficienza dei generatori di calore, per aumentare la classe di efficienza.

E fin qui, siamo tutti d’accordo. Prima bisogna isolare e poi riscaldare.

Ma se con una tecnologia di produzione del calore ad elevata efficienza, come le pompe di calore ad assorbimento, si riuscisse ad ottenere praticamente gli stessi risultati, cioè ridurre il consumo di energia per riscaldarsi?
Come ci dovremmo comportare?
Dovremmo continuare a isolare all’estremo?
O più semplicemente sarebbe più opportuno trovare il giusto compromesso tra isolamento ed efficienza del sistema di generazione, visti i differenti, talvolta notevoli  costi che questi implicano ?

Leggi tutto “Riqualificazione energetica”

Il futuro dei refrigeranti

Il futuro dei refrigerantiProprio in questi giorni si svolge il vertice di Copenaghen sui cambiamenti climatici.

Sul riscaldamento del globo certamente contribuiscono, anche se in minima parte, i refrigeranti sintetici, come gli HFC, utilizzati nelle refrigeratori e nelle pompe di calore a ciclo a compressione elettrico.

Da più parti sta emergendo la preoccupazione verso l’utilizzo di questi fluidi che hanno un elevato indice GWP (Global Warming Potential), cioè un forte contributo all’effetto serra.

Leggi tutto “Il futuro dei refrigeranti”